Conoscere per vivere meglio - Blog per l'informazione sulla salute ed il benessere.

dieta depurativa

Pubblicato il 30 Dicembre 2019


Liberarsi dalle tossine con la dieta depurativa

L’arrivo della primavera può essere vissuto come un momento di cambiamento e trasformazione, un’opportunità per riguardare la propria alimentazione e prendersi così cura di noi stessi. L’alimentazione è una grande alleata della bellezza, infatti aiuta a mantenere tonica la pelle, a combattere la cellulite, a migliorare l’aspetto dei capelli e delle unghie ed inoltre dona benessere fisico e psichico. Un aspetto spesso trascurato è l’alcalinizzazione del nostro organismo: se il pH organico è troppo acido, l’integrazione nella dieta di verdura, frutta, legumi e cereali integrali può prevenire e combattere l’osteoporosi, la carie dei denti e la fragilità di unghie e capelli.

Estremamente importanti sono gli oligoelementi, presenti in tracce nel nostro organismo, preziosi e fondamentali per il nostro metabolismo e quindi per la nostra salute. In particolare il magnesio, che elimina i ristagni di liquidi e quindi il gonfiore. Anche se soffrite di pressione bassa, il magnesio non elimina le scorte di potassio, risparmiando quindi quei cali di pressione e di stanchezza che spesso accompagnano l’arrivo della primavera.

Cibi ricchi di magnesio sono:

  • gli spinaci;
  • i carciofi;
  • il riso integrale;
  • i germogli di soia;
  • le mandorle.

Secondo la medicina ayurvedica, la primavera ha bisogno di sapori amari: questi sapori stimolano il metabolismo, riducono la quota di grasso accumulata durante i mesi freddi, ed evitano gli eccessi di muco e le infezioni alle vie respiratorie.

Prendete delle foglie di tarassaco, aggiungete dell’olio di oliva, del succo di limone e due gocce di olio essenziale di finocchio. Grazie al tarassaco, questa insalata disintossica fegato e reni.

L’olio essenziale di finocchio aiuta la digestione e previene i gonfiori addominali.

Ricordiamoci anche il passato di foglie di ortica, crescione, cicoria e acetosa e qualche punta di asparago selvatico. Cucinatele con acqua per circa mezz’ora, poi passatele al mixer ed infine servite con un filo d’olio di oliva extra vergine ed una spolverata di gomasio (composto da sesamo e da sale). Questo passato accelera lo smaltimento dei residui invernali come grassi, tossine, acidi.

L’arrivo della primavera è anche il momento migliore per ripulire l’organismo dallo smog, approfittando della forza rigenerante della nuova stagione. Il monossido di carbonio, il benzene e le polveri che abbiamo respirato durante l’inverno ce le ritroviamo all’interno del nostro corpo. Esse infatti si accumulano nell’organismo, in particolare nel fegato che filtra e manda in circolo tutte le sostanze che entrano nel corpo.

L’obbiettivo è sconfiggere l’ossidazione cellulare e calmare i processi infiammatori e le mutazioni genetiche che alla lunga sono terreno fertile di patologie cancerose. Tutte le mattine, quindi, prima di fare colazione, assumiamo un bicchiere abbondante di succo di cavolo. Questo ortaggio contiene tiocianati, sostanze che bloccano le mutazioni del Dna che possono provocare la formazione di tumori. Potete preparare il succo di cavolo centrifugandone qualche foglia , mezza carota ed il succo di un limone, tutto naturalmente a crudo. La Terra ci dona tanti elementi preziosi, sta a noi usarli per la nostra bellezza ed il nostro benessere.   


Potrebbe interessarti anche:

caduta dei capelli e integratori alimentari
i messaggi della pelle
la salute si vede dalle unghie
osteoporosi
psoriasi
salute ed igiene del piede