Conoscere per vivere meglio - Blog per l'informazione sulla salute ed il benessere.

gli integratori per gli occhi

Pubblicato il 5 Gennaio 2020


La zeaxantina

L’occhio è costantemente sottoposto a numerosi stress e danni da parte dell’ambiente circostante. Il primo stress che il nostro occhio subisce è proprio legato alla sua funzione: è infatti esposto alla luce ed alle radiazioni solari. A questo si aggiunge anche l’utilizzo del computer, il fumo, l'inquinamento, la stanchezza, la polvere e il vento, che contribuiscono a mettere sotto sforzo l’occhio e spesso ad indebolirlo.

Per svolgere al meglio la sua funzione l’occhio necessita di vitamine e nutrienti specifici che permettono di rigenerare i fotocettori (coni e bastoncelli) che garantiscono la visione diurna e notturna. Certamente una dieta ricca in vitamine contribuisce a rafforzare la funzionalità visiva. Ci sono inoltre dei prodotti specifici che si è visto essere estremamente utili nella prevenzione di alcune degenerazioni oculari quali la degenerazione maculare senile (che spesso porta a cecità negli anziani) o la cataratta (opacità del cristallino).

la luteina

La luteina rientra in questo gruppo di sostanze. E’ un carotenoide che nell’occhio si trova nella macula, la parte centrale della retina, e che svolge un ruolo essenziale come antiossidante di tipo scavenger (che consiste nell’eliminazione dei radicali liberi prodotti nella retina); inibisce inoltre i danni derivanti dall’esposizione alla luce blu ad alta energia (che non va confusa con i raggi UVA e UVB) fungendo da filtro. Questa sostanza non è naturalmente prodotta dall’organismo va quindi introdotta con la dieta, in natura si trova nei vegetali verdi o gialli, come spinaci, broccoli, cavoli, zucche, piselli. La quantità giornaliera utile da introdurre è di 6 milligrammi.

la zeaxantina

Anche la zeaxantina è un carotenoide che si trova in elevate concentrazioni nella macula e, come la luteina, svolge un importante ruolo di filtro dei raggi dannosi della luce blu e come antiossidante. E’ contenuta soprattutto nei peperoni rossi e nel grano, ma anche nel tuorlo dell’uovo e nelle arance e, come la luteina, va introdotta con la dieta in dosi pari a 3-4 milligrammi al giorno.

il mirtillo nero

Il mirtillo nero è noto da anni per la sua azione di rinforzo dei vasi sanguigni favorendo l’aumento della tonicità delle vene, la diminuzione della permeabilità capillare e la prevenzione delle microemorragie, particolarmente pericolose a livello dell’irrorazione della retina. Tutto questo grazie alla sua elevata quantità di antocianosidi che sono inoltre in grado di aumentare la velocità di rigenerazione della porpora retinica, con effetto di miglioramento della capacità visiva, specie notturna.

l’euphrasia

L’euphrasia è una pianta ricca in iridoidi, sostanze presenti nell’iride con azione rafforzante dell’occhio. Viene spesso impiegata per uso esterno come collirio o per impacchi decongestionanti.

vitamine a c e

Inoltre anche le vitamine A, C ed E sono essenziali per una corretta funzione visiva in quanto anche queste svolgono una fondamentale funzione antiossidante.

Va infine ricordato che la quantità di luteina e zeaxantina che rimane stabile nell’occhio dell’adulto dipende dalle quantità assunte durante l’infanzia e la pubertà: ecco che diventa essenziale abituare i bambini sin da piccoli ad una dieta variata e ricca in frutta e verdura in modo che diventi una sana abitudine e non una noiosa costrizione.

Fonte articolo: Farmarca


Potrebbe interessarti anche:

benessere degli occhi
disturbi stagionali dell'occhio
funzione visiva e postura