Conoscere per vivere meglio - Blog per l'informazione sulla salute ed il benessere.

gonfiori addominali e cattiva digestione

Pubblicato il 8 Gennaio 2020


Gonfiore dell'addome e cattiva digestione

L’alimentazione non equilibrata (pasti veloci, bevande gassate, cibi ricchi di zuccheri e grassi) ed i ritmi di vita frenetici possono alterare il fisiologico processo digestivo e favorire la produzione di gas intestinali, causando gonfiore e tensioni addominali. Difatti, in concomitanza con i disordini intestinali si riscontra in molte situazioni un’eccessiva presenza di gas a livello enterico, accompagnato da dolore e distensione addominale. In questi casi può essere utile assumere prodotti che riducano la produzione di gas intestinale e che ne prevengano la formazione in modo naturale.

La tradizione erboristica propone da tempo l’utilizzo di Carbone Vegetale per ridurre meteorismo e flatulenza. Esso è molto utile a questo scopo perché possiede un elevato potere assorbente, sia nei confronti dei gas intestinali, sia delle sostanze solide, oltre alle azioni deodorante ed antidiarroica.

Tuttavia, il Carbone vegetale non è sufficiente da solo a risolvere il problema perché agisce sull’effetto e non sulla causa: facilita l’eliminazione dei gas, ma non ne previene la formazione. È soprattutto in associazione con altri principi naturali che il Carbone aiuta a risolvere il problema ed a rimuoverne l’origine:

  • I semi di Finocchio (Foeniculum vulgare) sono abitualmente utilizzati per stimolare le fisiologiche funzioni digestive, specialmente in occasione di pasti abbondanti e ricchi di grassi. Sono utili in caso di diarrea tumultuaria e riducono i gas intestinali. L’estratto ottenuto dai semi contiene un olio essenziale etereo a base di anetolo, estrapolo, fencone, pinene e limonene. Grazie ai suoi componenti, stimola la motilità gastrointestinale, favorisce la salivazione e riduce la sensazione di nausea.
  • I fiori di Camomilla (Matricaria recutita L.) sono tradizionalmente noti per l’azione calmante e sedativa sul sistema nervoso. Non tutti sanno, però, che sono anche utili per la loro attività rilassante e lenitiva a livello gastrointestinale ed alleviano meteorismo, coliche e flatulenze.
  • L’olio essenziale di Anice (Pimpinella anisum), utilizzato anche in alcuni liquori dopopasto, agevola la sensazione di appetito e la digestione, favorisce l’eliminazione di gas intestinali dovuti alla fermentazione e, grazie al trans-anetolo, esercita un’azione antisettica sul tratto intestinale. È utile anche per eliminare la sonnolenza dopo il pranzo.
  • L’olio essenziale di Menta (Mentha piperita) stimola la secrezione gastrica e la funzione biliare. Possiede proprietà antibatteriche e rinfrescanti, utili per combattere i disturbi dolorosi a carico dell’apparato digerente. Risulta efficace in caso di problematiche gastroenteriche particolarmente fastidiose.

La sinergia fra questi ingredienti vegetali rappresenta una valida soluzione ai disturbi intestinali correlati alla cattiva digestione ed alla produzione di gas.

Per una migliore praticità d’uso, vi sono alcuni integratori in capsule o compresse che contengono una miscela di questi preziosi elementi, dosati nel modo più opportuno per garantirne la massima efficacia.

fonte: farmarca


Potrebbe interessarti anche:

la dispepsia
la pancia gonfia
pancia grassa come combatterla